Listings Indie

Tutti gli eventi
Santeria Paladini 8
Santeria Toscana 31
Eventi esterni
Archivio eventi
Ingresso libero
Santeria Social Club
Sold Out
24 gennaio H:21

Santeria Toscana 31 – Teatro

Alla mezzanotte di giovedì 24 gennaio 2019 uscirà il nuovo album dei Tre allegri ragazzi mortiSindacato dei sogni” e non potrebbe avere titolo migliore.

Un gruppo che ha attraversato generazioni musicali, dal 1994 ad oggi, vestendo con abilità sartoriale la musica come pochi.

Hanno sconvolto e proposto immaginari unici, lontano dalle galassie pubblicitarie o dai trend del momento, costruendo una rete nell’Italia non solo musicale.

Con due singoli già fuori, Bengala e Caramella, lo presentano dal vivo per la prima volta qui a Santeria Social Club e facciamo una grande festa, insieme agli amici di Balera Favela.

Tre allegri ragazzi morti live
Balera Favela dj set

 

 

Santeria Social Club
25 gennaio H:21

Cantautore, polistrumentista e produttore, Riccardo Sinigallia torna con un nuovo lavoro a quattro anni di distanza dall’ultimo progetto discografico.

Riccardo Sinigallia presenterà “Ciao Cuore” dal vivo con un nuovo tour che partirà ad inizio 2019, una produzione di Massimo Levantini per Just Me Levarco.

Santeria Social Club
1 febbraio H:19

Santeria Toscana 31 – Teatro

You Me At Six, band britannica, composta da Josh Franceschi, Max Helyer, Chris Miller, Matt Barnes e Dan Flint, ha raggiunto la fama nel 2008 con l’album di debutto, “Take Off Your Colours”, seguito nel 2010 dal secondo LP, “Hold Me Down”, che ha consacrato il loro successo raggiungendo la posizione numero 5 nella UK album chart.
Dopo “Sinners Never Sleep”, nel 2014 è arrivato il loro quarto album “Cavalier Youth”, che ha debuttato al primo posto della UK Album Charts.
Nonostante la giovane età, gli You Me At Six possono già vantare 4 dischi d’oro in UK.
Dopo l’album più maturo “Night People”, gli You Me At Six pubblicheranno il nuovo disco, “VI”, il 5 ottobre 2018.

Santeria Social Club
11 febbraio H:19.30

L’australiano Matt Corby arriva in concerto a Milano, un’unica data italiana per l’uscita del nuovo disco Rainbow Valley.
Anticipato dai singoli No Ordinary Life e All Fired Up, il secondo album di Matt Corby esce il 2 novembre 2018 ed è corredato da quindici date dal vivo in tutta Europa. Per questo nuovo capitolo, seguito del fortunato debut album Telluric (2016), Corby si è avvalso dello stesso produttore Dann Hume e ha suonato – anche in questo caso – tutti gli strumenti. È nato così il secondo lavoro discografico, definito da lui stesso Musica Gioiosa, un mix dell’anima di Corby e psichedelia futuristica, tra struggenti melodie e liriche edificanti.

Santeria Social Club
20 febbraio H:21

Santeria Toscana 31 – Teatro

Dopo il successo di “Rats” del 2012, e “Thin Walls” del 2015, i Balthazar, guidati dai cantautori Maarten Devoldere e Jinte Deprez, fanno il loro ritorno sulla scena musicale con “FEVER” il loro quarto album in studio in uscita il 25 gennaio 2019 via Play it Again Sam.

Entrambi i cantautori erano d’accordo sull’adottare un sound più morbido e fresco, meno malinconico. Ed è chiaro, sin dale prime note della title track, “Fever”, che con questo nuovo album i Balthazar vogliono esplorare nuovi territori.
Come spiega Devoldere; “Some songs felt like classic Balthazar pop songs, others a little chipper, but it wasn’t until we had Fever that we had the foundation for the rest of the album.”

 

Santeria Social Club
28 febbraio H:21

Santeria Toscana 31 – Teatro

C’mon Tigre Live

Esce il 15 Febbraio 2019 in tutti i negozi, digital store e su tutte le piattaforme streaming RACINES, il nuovo album dei C’mon Tigre.
Il titolo è una parola francese che significa radici, laddove le radici sono quelle musicali in cui piedi, testa e cuore dei C’mon Tigre sono immersi, e da cui, con i loro brani contaminati, spiccano il volo per creare ambientazioni sonore inedite. Nel loro nuovo disco i suoni del Mediterraneo – il mare della loro terra -, si intersecano, intrecciano e sovrappongono con un caleidoscopio di altre sonorità e un approccio nuovo, basato – spiegano – “sul tipo di lavoro che avevamo fatto riarrangiando il primo album per i live, quindi enfatizzando la parte sintetica dei pezzi”. Quel lavoro, questa volta, è stato portato avanti da subito: “La composizione dei brani ha previsto sin dall’inizio l’utilizzo di macchine e sintetizzatori come base per l’intervento di strumenti acustici. L’obiettivo era di riprocessare in maniera più contemporanea il terreno dell’influenza mediterranea da cui il nostro progetto è indubbiamente partito”.

 

Santeria Social Club
7 marzo H:20

A due anni dall’ultimo disco “Life in Pause”, ritorna il dream pop dei Wild Nothing con un nuovo album: INDIGO.
Il nuovo lavoro di Jack Tatum, pubblicato il 31 agosto per Captured Tracks, è stato anticipato dai due bellissimi singoli “Letting Go” e “Partners In Motion”.
In INDIGO, Tatum bilancia risorse e influenze. “Volevo che suonasse come un classico disco in studio, Volevo inserirmi in una narrativa più ampia, musicalmente vicina agli artisti che amo” “I dischi che hanno influenzato il suono di questo lavoro sono certamente quelli di Roxy Music, Kate Bush e Fleetwood Mac”.

Quest’ultimo lavoro da un lato segna un ritorno alla freschezza e spontaneità dell’album di debutto del 2010, “Gemini”, e dall’altro invece raggiunge il culmine delle altezze toccate, delle strade percorse e delle lezioni apprese durante la creazione dei lavori seguenti “Nocturne” e “Life of Pause”. Questo quarto album ci mostra un Tatum al massimo della sicurezza di sé, in un album che è la perfetta fusione di umanità e tecnologia hi –fi.+ www.facebook.com/wildnothing

Santeria Social Club
4 aprile H:21

Santeria Toscana 31 – Teatro

Cerchi dappertutto,
ma non lo vedi il tour?

Tornano gli Eugenio in Via Di Gioia per surriscaldare le sale dei live club italiani.
Uno spettacolo ideato nel minimo dettaglio dal maestro Emanuele Via, del quale Eugenio non seguirà il copione neanche un momento.

Nuovo disco, nuove sonorità, nuove serenità, il tutto sempre insieme all’ineffabilità di Lorenzo Federici e il #cibointour di Paolo Di Gioia.

Le tradizioni non si abbandonano, ma nel frattempo la ruota continua a girare.