Listings Jazz

Tutti gli eventi
Santeria Paladini 8
Santeria Toscana 31
Eventi esterni
Archivio eventi
Ingresso libero
Santeria Paladini 8
26 ottobre 2021

In occasione della rassegna JazzMi Mosae Trio si esibirà nella sala musica di Santeria Paladini 8 dalle ore 20.00

L’evento è gratuito ma è richiesta la prenotazione telefonica al numero 02 36798121.
Per accedere sarà necessario anche il green pass in corso di validità.

Santeria Social Club
26 ottobre 2021

In occasione della rassegna JazzMi Francesco Chiapperini Trio si esibirà in Santeria Toscana 31 dalle ore 21.30

L’evento è gratuito ma è richiesta la prenotazione telefonica al numero 02 22199381.
Per accedere sarà necessario anche il green pass in corso di validità.

Santeria Social Club
27 ottobre 2021

In occasione della rassegna JazzMi Martino Vercesi Trio si esibirà in Santeria Toscana 31 dalle ore 21.30

L’evento è gratuito ma è richiesta la prenotazione telefonica al numero 02 22199381.
Per accedere sarà necessario anche il green pass in corso di validità.

Santeria Social Club
30 ottobre

REDI HASA – THE STOLEN CELLO DELUX

Figlio minore di una insegnante di violoncello e di un coreografo del Teatro dell’Opera di Tirana, a 13 anni Redi Hasa aveva già appreso un vastissimo repertorio violoncellistico e a 20 anni entrò nel Conservatorio di Tirana. Con la caduta del muro di Berlino nel 1989, l’Albania era precipitata in una guerra civile sopraffatta dalla povertà e da problemi finanziari e Redi Hasa si trovò costretto ad abbandonarla, per cercare rifugio e una vita migliore in Italia. Iniziava così il secondo atto della sua vita, in un paese straniero di cui non conosceva la lingua, accompagnato dall’unico oggetto che avrebbe potuto essergli d’aiuto: il violoncello della scuola, non più in prestito, ma rubato.

C’è tutta la biografia di Redi Hasa in quel violoncello, uno strumento forse non di pregio ma che sicuramente ha una voce unica, la sua, quella di un musicista albanese che è fuggito da una gabbia di ferro e di fuoco. The Stolen Cello, il suo primo album da solista, nasce così, come un diario dei ricordi della vita del musicista, ricordi struggenti, ferite che non rimarginano, visioni e immagini di un regno emotivo che la musica mantiene vivo.