Tovaglie e stoviglie2019-10-04T18:33:05+00:00

TOVAGLIE & STOVIGLIE, A SHOW BY MISS GOFFETOWN

In casa
Raccolta dell’aspirula odorosa e preparazione allo stato secco od in liquore. – Conservazione degli asparagi. – Pralinatura dei fiori d’arancio. – Conservazione in salamoia delle acciughe. – il 1° maggio a Firenze si comincia a cambiare gli alloggi. Il 4 a Napoli e in molte altre città dell’Italia meridionale scadono gli affitti annui delle case e si fanno i traslochi. L’8 si cambiano gli alloggi a Bologna.

Nel giardino
In questo mese si fanno altre semine di agerati, di astri della Cina, di campanule, di amorini; e si piantano ancora le tuberose e talee di pelargonii. Si rimondano i garofani e s’innestano i gelsomini. Si cavano i bulbi di giacinti, di ranuncoli, di tulipani. Frattanto, le pianticelle allevate in semenzaio si trapiantano o in altri semenzai o direttamente in aiuole, in attesa che vengano in fiore. – Fioriscono rose d’ogni specie, pelargonii, gelsomini, azalee e rododendri; e poi, gigli, tuberose, gladioli, ornitogali, iridi, tulipani, amarillidi, e poi ancora, begonie, petunie, calceolarie, tropeoli, cinerarie, ecc. – Comincia la raccolta, la selezione e la conservazione dei semi.

Nell’orto
Proseguono le semine di poponi, di cocomeri, di cetrioli, di carote, di barbabietole, di ramolacci, di ravanelli; e se ne fanno altre di broccoli, di cavolfiori tadivi, di cavoli di Bruxelles, di cardi per l’autunno e per l’inverno, di petronciane, di peperoni, di cicorie, di lattughe, di finocchi, di piselli rampicanti e, nei luoghi freschi, anche di spinaci. – Si legano le endivie, per averle tenere e bianche. Si concimano e si sbrattano le fragole. Si smozzano le fave, i cetrioli, i cocomeri. – Si raccolgono i piselli, cavoli e cavolfiori primaticci, radicchi, ravanelli; e via via che si sgombrano le aiuole, si sistemano e vi si trapiantano cavoli tardivi di Milano, cavolfiori, broccoli, lattughe, endivie, cardi, sedani, peperoni, petronciane, pomodori. – Comincia la raccolta, la selezione e la conservazione dei semi, con le stesse cure già indicate per i semi da fiori.

Nella vigna
Agli ordinari lavori del mese, che, per altro, si riducono ad una sarchiatura, sono da aggiungersi la spampanatura e la cimatura. – Durante questo mese le maggiori cure devono esser rivolte a prevenire le invasioni dell’oidio e della peronospora, solforando le viti allo spuntare delle prime foglioline; e verso la metà e poi sul finir del mese, irrorandole con solfato di rame o aspergendole con la comune miscela cupro-calcica.

In cantina
Cominciano i calori, e perciò più frequenti saranno le visite alla cantina, curando la nettezza dei locali, moderandone la luce e regolandone in giusto grado la ventilazione, sì che la temperatura non subisca variazioni.

Nel pollaio
Continuano a prepararsi nuove covate, mentre da quelle in corso cominceranno a dischiudersi i pulcini.

SHOWLIST

GALLERIA LAMPO